Premi play per ascoltare l'ultima puntata

sabato 13 ottobre 2012

Anfibi e rettili, una presenza importante anche in....montagna!!!


Gli anfibi secondo voi esistono in montagna fra i ghiacci? Ma certamente!! Sono presenze importantissime, specie che vivono esclusivamente in quegli ambienti. Tanti sono molto rari, non perchè ci stiano male, ma perchè sono purtroppo in via di estinzione. Una di queste molto bella, a mio avviso, è la Salamandra nera (Salamandra atra), che come dice il nome è totalmente nera, si può trovare dai 600 ai 2500m in zone umide o dopo una giornata di pioggia.
Foto di http://it.wikipedia.org; Salamandra nera
Un'altra specie di salamandra molto bella a vedersi è senz'altro la Salamandra giallo-nera (Salamandra salamandra), la si trova con facilità nei boschi fino ai 1500m, anche qui in giornate umide. Questa personalmente sono riuscito a vederla e sono incontri davvero fantastici, pensate che può raggiungere una lunghezza di 15-20cm, la salamandra più grande che vive in Italia.
Foto di http://it.wikipedia.org; Salamandra giallo nera
Un altro anfibio che vive nei laghetti glaciali fin verso i 2500m, molto raro da vedere, ma bello nei colori è senz'altro il Tritone alpino (Ichthyosaura alpestris), il maschio soprattutto è molto vivace nel colore della pelle.
Foto di http://www.claudiopia.it; Tritone alpino



Veniamo poi alle rane o simili, perchè la Rana temporaria (Rana temporaria) è un forte rappresentante dell'ambiente alpino, io l'ho incontrata tante volte, è una specie particolare, infatti è una delle poche rane che vive nei pressi della neve, la si può trovare anche in prossimità di una pozza ghiacciata; anch'essa si attesta fino ai 2500m.
Un altro è l'Ululone dal ventre giallo (Bombina variegata) rarissimo rappresentante dei laghetti alpino, sempre più a rischio di estinzione, ma molto colorato e bello a vedersi; vive tra i 1550m e i 2200m nei laghetti alpini e può raggiungere una lunghezza massima di 5cm.
Foto di http://lightstorage.ecodibergamo.it; Ululone dal ventre giallo







Foto di http://1.bp.blogspot.com; Rana temporaria

Passando ai rettili, parliamo di serpenti, ovvero di due vipere che si possono trovare sulle Alpi, una in particolare che vive fino a 2500m è il Marasso (Vipera berus), nonostante sia una vipera è pressochè "innocua", nel senso che ha il veleno (potente fra l'altro), ma difficilmente morde, infatti di fronte ad un pericolo preferisce scappare e lasciarsi il veleno per cacciare, però se messa alle strette....
Di sicuro più rara e più pericolosa è la Vipera dal corno (Vipera ammodytes), vive intorno ai 1500m fino ai 2000m, nelle pietraie e nelle colate di sassi; è la vipera più pericolosa e con il veleno più potente che abbiamo in Italia e una delle più pericolose d'Europa, è aggressiva a differenza del marasso, se minacciata si chiude a ciambella e si prepara ad attaccare: il veleno è composto da delle neurotossine che agiscono direttamente sul cervello e delle emotossine anticoaglulanti che non fanno chiudere la ferita portanto ad una perdita copiosa di sangue, bella da vedere ma da lontano!!! Prende il suo nome dal piccolo corno che si trova sul naso.
Foto di http://www.scoprirecamminando.it; Vipera dal corno

Foto di http://capubianco.files.wordpress.com; Marasso
Altri due rettili certamente meno pericolosi delle vipere sono il Colubro liscio (Coronella austriaca) e la Lucertola vivipara (Zootoca vivipara); il primo è un serpente non velenoso che abita i luoghi umidi fino ai 2200m, mentre la Lucertola vivipara, sempre in luoghi umidi e acquitrini, vive anche fino a 3000m: questa lucertola è particolare rispetto ad altri lacertidi perchè invece di deporre le uova, partorisce piccoli vivi, quindi da qui il nome vivipara.
Foto di http://upload.wikimedia.org; Lucertola vivipara
Foto di http://www.nmragazzi.com; Colubro liscio



Nessun commento:

Posta un commento